DONNE DA VIAGGIO di Silvana Adami

Prezzo di listino 11,90 incl.VAT

  • In copertina: particolare da Montagne russe di Silvana Adami, rielaborazione fotografica.
  • ISBN: 9788897382041
  • Pagine: 192 Prezzo di copertina: € 14,00
  • Genere: racconti a tematica femminile
  • Ambientazione: Verona, New York, Corleone
  • Lo trovi anche da Amazon.it e Libroco.it
  • Lo puoi ordinare in tutte le librerie Mondadori e Feltrinelli grazie a una convenzione con Libroco, in tutte le librerie IBS-Libraccio, Ubik e in tutte le librerie indipendenti grazie a una convenzione con Fastbook, in tutte le cartolibrerie grazie a una convenzione con Centro Libri Brescia.

 

Esaurito

Descrizione

“Franca! Guarda che sfigato quell’aereo, t’immagini quelli che ci devono salire? Speriamo che abbiano fatto testamento!” dissi alla mia collega, mentre il pulmino dell’aeroporto di Orio al Serio ci stava accompagnando all’aereo in partenza per Bakau, Romania.

“Signora,” intervenne con voce rassegnata un uomo che si trovava vicino a noi, “quello è il nostro aereo.”

Quando ho cominciato a leggere Donne da viaggio di Silvana Adami non pensavo che sarei arrivato a farmi questa domanda: perché si viaggia? Qui, tra queste pagine, come nei più riusciti romanzi coast to coast, Silvana ci obbliga a ripensare al senso del viaggiare. Apparentemente le protagoniste di questo libro viaggiano per lavoro, turismo, per fuga, ma in questo caso, da lettori, dobbiamo pensare a che bagaglio porteremo con noi e, soprattutto, se torneremo cambiati o sempre gli stessi. Il viaggio diventa così un manichino sul quale sta adagiato l’abito della narrazione che viene cucito addosso alle protagoniste dei racconti. E’ il filo d’Arianna del labirinto dell’animo umano di queste storie che trasforma il paesaggio e trascina le vite fino all’estremo. Il linguaggio è diretto, schietto, con un ritmo incalzante. Il lettore ne è così catturato, che dimentica quasi che sta leggendo delle parole stampate su una pagina bianca. La situazione è cambiata: non sta più seduto e sta leggendo, ma ascolta. Le quattro protagoniste di Donne da viaggio, si materializzano nella nostra mente e noi cominciamo inesorabilmente a seguirle. A prenderne le parti, a soffrire con loro, ma anche a ridere. Diventano delle amiche di cui ci preoccupiamo. “Filo” conduttore delle storie la moda, o meglio la sartoria. Come se utilizzasse ago e filo, infatti, Silvana Adami, cuce le storie addosso alle proprie protagoniste utilizzando la sartoria come metafora del sé, dell’autodeterminazione delle protagoniste. Il lettore di Donne da viaggio, alla fine del libro sentirà nostalgia per quanto ha letto. Ne sono sicuro. Vorrà un quinto racconto e si chiederà perché solo quattro racconti e non cinque o più. Ma soprattutto, credo, saprà che la risposta alla domanda iniziale è: “per capire”. Ecco perché si viaggia.

Silvana Adami

Silvana Adami è nata nella seconda metà degli anni sessanta e vive da sempre in provincia di Verona. Lavora da molto tempo nel mondo della moda, non quello patinato delle passerelle, ma dove l’abito Made in Italy viene disegnato, progettato e realizzato in concreto. Ha esordito con Donne da corsa (Booksprint 2011) usando come pseudonimo Francesca Amici. Donne da viaggio (WLM 2012) è la sua seconda raccolta di racconti. Successivamente escono il saggio Poohrenoi. Storie vere di fan (Sassoscritto 2013) e il romanzo Le ragazze sveglie hanno sempre un piano B (Sassoscritto 2013).

Please follow and like us:
0

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “DONNE DA VIAGGIO di Silvana Adami”